Farmaci da viaggio: cosa portare in vacanza

0
2
farmaci da viaggio

Farmaci da viaggio: cosa portare in vacanza

Con la bella stagione iniziano anche i viaggi: con i bambini, con gli amici o in famiglia, trascorrere qualche giorno in completo relax fa molto bene a mente e corpo. Scopri insieme alla Farmacia Ciato quali sono i farmaci da viaggio e cosa portare con te in vacanza.

Alcuni problemi di salute come insonnia, scottature, dermatiti o mal di denti, possono rovinare le nostre vacanze, soprattutto se ci troviamo lontano da casa o in luoghi isolati e non sappiamo come risolverli.

Al momento di fare la valigia è consigliabile (anche solo per scaramanzia) portare un kit di medicinali, tenendo conto anche del tipo di vacanza che si è scelto di fare.

Prima di partire è bene controllare se nella meta di viaggio ci sono problemi sanitari particolari o se sono obbligatorie o consigliate vaccinazioni specifiche. Sul sito della Farnesina Viaggiare Sicuri si possono trovare tutte le informazioni del caso.

farmaci da viaggioQuali farmaci da viaggio non devono mancare nella valigia? Innanzitutto, non dimenticare i medicinali che utilizzi quotidianamente, e poi:

cerotti, bende e garze;

– un analgesico e un anti-infiammatorio, utili per mal di testa, mal di denti o dolori alla schiena;

– un antipiretico, la classica tachipirina o un suo equivalente a base di paracetamolo;

– un antibiotico ad ampio spettro;

– un’anti-nausea, soprattutto in caso di viaggio con bambini per mal d’auto o mal di mare;

– un farmaco contro l’acidità di stomaco, in caso di cambio dell’alimentazione abituale;

– un anti-diarroico e dei fermenti lattici per prevenire dissenteria, ma anche un blando lassativo;

– un antistaminico in compresse e in pomata, una crema per le infezioni, prodotti per la tosse, un collirio decongestionante;

– la melatonina, utile a favorire il sonno, spesso disturbato dal fuso orario diverso.

Ricordiamo che prima di utilizzare qualsiasi farmaco è necessario leggere con attenzione il foglio illustrativo, utilizzarlo per pochi giorni e, in assenza di miglioramenti, rivolgersi a un medico o a un ospedale.

Per maggiori informazioni, puoi visitare il sito della Società italiana di medicina dei viaggi e delle migrazioni: www.simvim.it.

Questo blog non è una testata medica. I contenuti del sito sono da intendersi a puro scopo culturale e informativo, e non hanno nessuna valenza medico curativa.

Salva

Commenti

commenti