Inquinamento domestico: come purificare l’aria di casa

0
741

Se vivete in città o in una zona caotica e urbanizzata, è facile che l’aria esterna sia inquinata e di conseguenza anche quella all’interno delle nostre case: si tratta di un problema da non sottovalutare in quanto può avere impatti negativi sulla nostra salute. L’inalazione di aria inquinata provoca infatti numerose malattie respiratorie.

È fondamentale mantenere un’ambiente salubre e fresco in casa, soprattutto se ci passiamo molto tempo.

Con l’arrivo della primavera, sarà ancora più importante seguire queste sette semplici regole:

1- L’arte del pollice verde. Le piante ed in particolare le foglie verdi giocano un ruolo fondamentale per mantenere l’aria pulita. Non è necessario allestire un intero giardino in casa, ma sarà sufficiente disporre qualche pianta negli angoli della casa o nei davanzali. E non temete di tenerne una anche in camera da letto: le foglie delle piante assorbono l’anidride carbonica e restituiscono ossigeno. Quella prodotta durante il giorno è superiore a quella sottratta durante la notte, per questo il bilancio risulta positivo. Inoltre le piante influenzano la temperatura e regolano l’umidità!

2- Aspirapolvere efficiente. Un buon aspirapolvere può eliminare, oltre alla polvere, altre particelle inquinanti. Si può spazzare il pavimento ogni giorno, ma assicuratevi di passare l’aspirapolvere almeno una volta alla settimana!

3- Stop alle sostanze chimiche! Evitate l’uso di sostanze chimiche, soprattutto per le pulizie, o comunque limitatene l’uso. Sono fortemente sconsigliati i deodoranti per ambienti perché contenenti sostanze che potrebbero irritare i polmoni. Potete sostituirli con aceto, bicarbonato o limone.

4- Finestre chiuse o aperte? Se affacciate su un ampio giardino o se vivete in campagna, tenere le finestre spalancate è un toccasana per corpo e mente. Se invece vivete in città, tenere le finestre spalancate permetterà agli inquinanti esterni di entrare in casa. Ci sono momenti in cui tenerle aperte è indispensabile per ventilare l’ambiente e cambiare aria, ma assicuratevi che non rimangano aperte inutilmente, sopratutto se vivete in centro città o vicino a strade molto trafficate. Per la loro apertura, approfittate delle prime ore mattutine.

5- Non fumare in casa. Se proprio non potete farne a meno, fatelo vicino ad una finestra in modo tale che il fumo esca, oppure cercate di farlo in zone isolate della casa, in modo tale che il fumo non si disperda negli altri ambienti. La soluzione ideale è sempre quella di uscire ed evitare che il fumo entri in casa!

6- Sbarazzatevi dell’umidità. La muffa si sviluppa solitamente in luoghi umidi e bui. Quando inspirate spore di muffe, potete avere difficoltà respiratorie come tosse, starnuti e affanno.

7- Animali domestici. Se siete amanti degli animali domestici e li fate vivere dentro casa, assicuratevi che le loro abitudini non intralcino la salubrità dei vostri ambienti. Il consiglio è quello di aspirare più frequentemente.

Soluzioni semplici ed efficaci che permetteranno a tutta la famiglia di vivere in un ambiente più sano e meno inquinato!

Questo blog non è una testata medica. I contenuti del sito sono da intendersi a puro scopo culturale e informativo, e non hanno nessuna valenza medico curativa.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO