Sprout: in vendita la matita che si pianta

0
15

E se invece di buttare via le matite quando diventano troppo corte, fosse possibile trasformarle in fiori, erbe o verdure? L’eco matita Sprout, sviluppata da un gruppo di studenti del MIT, è fatta di cedro e utilizza la grafite e l’argilla al posto del piombo. Una capsula contente semi è montata all’estremità di ciascun esemplare, così, una volta che diventano inutilizzabili, possono essere piantate nel terreno per dar vita a delle piante.

La capsula-seme è dotata di tre semi di uno stesso fiore, erbe o vegetali, per aumentare il tasso di successo.

In pratica, una volta bagnata, la capsula protettiva dissolve per esporre i semi. La matita può essere poi tenuto nel terreno e usata come un’etichetta, dal momento che porta sul lato proprio il nome del seme che contiene. I produttori sostengono che i semi dovrebbero iniziare germinazione entro una settimana. Ogni pacchetto di matetite, comunque, contiene una scheda di istruzioni per piantarle.

Ma attenzione: se si versa liquido su Sprout, o si mette in bocca, la punta inizia a dissolversi. “Purtroppo Sprout non conosce la differenza tra l’acqua accidentale e quella intenzionale, quindi, se viene bagnata, capisce che è tempo di semina. Abbiamo lavorato duramente per realizzare una capsula seme resistente, ma è difficile trovare un compromesso tra la resistenza a eventuali incidenti e la sua disspoluzione nel terreno”, spiegano i produttori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti