Bambini e colazione: i consigli per i genitori

0
41

La recente ricerca dell’osservatorio Doxa-Aidepi “Io comincio bene” ha fatto emergere che la maggioranzadei bambini italiani fanno colazione a casa prima di andare a scuola. Ma non proprio tutti.

Ecco quindi alcuni consigli utili del nutrizionista Luca Piretta e della psicologa Simona Vanetti per aiutare i genitori a vivere serenamente il pasto più importante della giornata.

1- Rispettare i loro gusti. È molto importante saper ascoltare e assecondare le loro preferenze, senza forzarli e aiutandoli a imparare a capire i segnali del corpo. Questo non significa che debbano mangiare e fare ciò che vogliono: sono i genitori a dover porre dei limiti, partendo dalla scelta di prodotti salutari durante la spesa.

2-Il menù a colazione? Carboidrati, latte e frutta! Nel dettaglio:

Cereali, pane, fette biscottate o biscotti, per l’apporto di zuccheri ed energia.

Latte fresco o yogurt, per l’apporto di proteine, grassi, calcio e fosforo.

Frutta fresca di stagione o spremuta, per l’apporto di fibre, saliminerali, vitamine e acqua.

La colazione è il momento migliore per i dolci

bambini e colazione3- Sì ai dolci. I bambini adorano i dolci e la colazione è il momento migliore per consumarli. Ovviamente si devono prediligere i dolci fatti in casa, come crostate, ciambelle, torta di mele, biscotti e altri prodotti da forno. Evitare invece dolci elaborati.

4- Anche il salato va bene. Se i vostri figli preferiscono il salato, ecco due alternative. Pane e ricotta oppure pane con affettato magro come il tacchino o la bresaola, da abbinare ad una spremuta o ad una centrifuga.

“Fare colazione assieme significa molto per i nostri figli” spiega la psicologa

5- Colazione in famiglia. Se possibile, iniziate la giornata facendo colazione assieme. Se invece non potete essere presenti al moneto del loro risveglio, nascondete loro una sorpresina sotto la tazza o lasciate loro un oggetto in custodia che dovranno riconsegnare la sera, quando vi ritroverete.

6- Una colazione che aiuta l’autostima. Iniziate la giornata dando ai bambini e colazionevostri figli una carica di autostima, magari prima di un compito o di un’interrogazione. Provate ogni tanto a lasciar loro dei bigliettini di affetto, vedrete che la loro giornata partirà nel verso giusto.

7- È tutta una questione di ritmo. Se ogni mattina la colazione diventa una lotta con vostro figlio, prestate attenzione ai ritmi della sua giornata. A che ora va a dormire, cosa ha mangiato la sera prima, se vengono rispettati gli orari dei pasti, se si sveglia troppo presto o al contrario, troppo tardi. Disarmonie e stonature rendono difficile la quotidianità.

8- Dare l’esempio. Se la mattina prendete un caffè al volo, non potrete stupirvi se vostro figlio non voglia saperne di fare colazione. Sta quindi ai genitori dare il buon esempio, ricavandosi del tempo per la colazione e consumando prodotti sani e adeguati.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO