Rimedi contro il caldo

0
624

Difendersi dal caldo è più difficile che difendersi dal freddo. Per le categorie a rischio come i malati cronici e gli anziani, è molto importante mettere in atto comportamenti adeguati per minimizzare i rischi derivati alla disidratazione.
L’alimentazione è un’importante arma di difesa contro l’afa soffocante. Quando l’estate esplode, la sua forza mette un po’ tutti in difficoltà. E’ sufficiente una temperatura di 30-35°, con tasso di umidità superiore al 60-70%, per determinare malori: l’umidità eccessiva infatti, non consente al sudore di evaporare e, quindi, la temperatura interna del nostro corpo resta alta.
Esistono però alcuni semplici rimedi contro il caldo che vale la pena mettere in atto per evitare malesseri e malori:

1. ACQUA
Il primo rischio da evitare è quello della disidratazione: in estate il fabbisogno d’acqua aumenta anche del 100%. Bere acqua è, naturalmente, il primo rimedio, ma non bisogna aspettare di avere sete. Lo stimolo della sete, infatti, non è sempre molto efficace e puntuale. La tentazione di bere acqua molto fredda va combattuta: si rischiano congestioni e nausea. L’aggiunta di sali minerali può essere utile in caso di spossatezza e pressione bassa, ma bisogna avere l’accortezza di diluirli in grandi quantità di acqua.

2. FRUTTA E VERDURA
Soprattutto in estate il mondo vegetale deve essere il “re” della nostra tavola. Cinque porzioni di frutta e verdura, oltre a fornire vitamine e sali minerali, sono ricchissime di acqua e consentono di combattere efficacemente la disidratazione. In più aiutano a mantenere la linea senza sacrificare il gusto. L’anguria, per esempio, ci regala tanta trasgressiva dolcezza per un peso calorico minimo perché è in assoluto il frutto meno energetico: solo 15kcal ogni 100 grammi.
Molti vegetali, inoltre, aiutano a proteggere la pelle dai raggi del sole tramite la proteina A.

3. PASTI FREQUENTI E LEGGERI
Questa è una regola che vale sempre e tanto più in estate, quando la digestione è lenta ed è più facile sentirsi appesantiti. Tre pasti al giorno sono davvero il minimo, mentre è auspicabile consumare anche due spuntini durante il giorno. I grassi vanno limitati all’olio extravergine d’oliva, comunque, in quantità più limitata rispetto alle stagioni fredde.

4. IL GELATO
Il gelato può sostituire un pasto od uno spuntino, naturalmente senza esagerare: contenendo latte e, in alcuni casi, l’uovo, ha un certo numero di calorie. Il sorbetto invece, essendo composto da acqua, frutta e zucchero, è più leggero e può essere consumato come dessert a fine pasto.

chiamaci

049 687642

scrivici su whatsapp

391 7791019

RICEVI I NOSTRI INVITI AGLI EVENTI

Iscriviti adesso e riceverai tutte le offerte e le date degli eventi della farmacia